Luce fosca: il primo giallo ambientato nel centro storico di feltre

Stampa

Annunci

Lascia un commento

26 luglio 2017 · 2:25 pm

VEN 12/5 INAUGURAZIONE IN VIA MEZZATERRA 10/b

59479

Finalmente il trasloco è finito, la nuova sede della libreria il morto da Feltre è  in via mezzaterra 10/b, in centro storico. Lascio il Borgo a malincuore ma ormai le pile di libri mi crollavano addosso. Tutte le amiche e gli amici che sono passati in questi anni e tutti e tutte quelle che vorranno passare sono invitati a venire a trovarmi venerdì 12 maggio dalle ore 17:00 per una bicchierata in compagnia.

P.s.: per tutti quelli che non sopportano le novità, non preoccupatevi… nuova sede stesso caos…

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

“Libri in Loggia” Loggia dei Cavalieri a Treviso – 3° sabato del mese – Mostra-mercato del libro antico, raro, introvabile e altro materiale cartaceo

Sabato 21/01/2017 la liberia sarà chiusa. Ci troverete qui:

flayer-libri_in_loggia2

Un  nuovo, importante, appuntamento con libri, stampe e carta varia, ogni terza domenica del mese al coperto della medievale Loggia dei Cavalieri. Per info clicca qui.

Lascia un commento

Archiviato in eventi, Uncategorized

Antiquari a Palazzo Zasio

Dal 24/6 al 26/6 la libreria è chiusa, ma mi troverai qui:

14667645008192010479933

1466764566089-1257664501

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

RILEGATURE IN PELLE UMANA. DAL MEDIOEVO ALL’800 TUTTO SULLA BIBLIOPEGIA ANTROPODERMICA

Bufala o realta? Macabro o affascinante? Vi segnalo un interessante post dal blog di Copernicum.it, su di una pratica abbastanza consueta dal xvii al xix secolo…9jggfdfgdgyjgyy

Lascia un commento

1 maggio 2016 · 10:25 am

Meneghello, l’ironica ricerca di un senso della storia

1454602415128-624619173“Sono nato e cresciuto a Malo, nel Vicentino e lì ho imparato alcune cose interessanti. Ho fatto studi assurdamente brillanti ma inutili e in parte nocivi a Vicenza e a Padova; sono stato esposto da ragazzo agli effetti dell’educazione fascista, e poi rieducato alla meglio durante la guerra civile, sotto le piccole ali del partito d’Azione. Mi sono espatriato nel 1947-48, e mi sono ristabilito in Inghilterra con mia moglie Katia. Non abbiamo figli.”

Ho pubblicato dei libri nei quali, come in tutto ciò che studio e scrivo, cerco di giustificarmi la natura delle cose, se c’è.” (Il dispatrio, Rizzoli 1993) .

145460275074111751004

 

 

 

 

 

 

 

Disponibili in libreria:
14546028242231340605221– Libera nos a Malo, Feltrinelli, terza ed. 1963, privo di sovracc.

– I piccoli maestri, Feltrinelli, prima ed. 1964, (2 copie: una con sovracc. e fascetta ed., una senza sovracc.)

– Bau Sète!, Rizzoli, seconda ed. 1988

– Il dispatrio, Rizzoli, prima ed. 1993

Visitate il sito dell’Associazione Culturale Luigi Meneghello di Malo (Vi)

Lascia un commento

Archiviato in letteratura italiana, resistenza

Gino Meneghel: medico antifascista, poeta partigiano

Gino Meneghel è un’imporante figura nella storia culturale e sociale del bellunese. Nato a San Stino di Livenza è  stato a lungo medico in provincia di Belluno e primario del’ospedale psichiatrico di Feltre dal 1946 al 1976. Scrisse e a pubblicò poesie e saggi in diversi giornali e riviste, oltreché diversi libri. Mori nel 1979 ed è sepolto nel cimitero di Feltre.

1454425619044-525109446Era medico della Croce Rossa dal 1939 quando nel dicembre 1942 fu denunciato al consiglio disciplina del P.N.F. di Belluno per un suo violento diniego di iscriversi al Corpo medico della MVSN, la Milizia Volontaria per la Sicurezza dello Stato, le “Camicie Nere”. Nel 1943/1944, quando era medico condotto a Cesiomaggiore,pur dichiarandosi “apolitico” con idee liberali decise di organizzare con il “comunista” Oreste Gris una squadra di GAP. Mise a verbale nelle schede dei partigiani che aveva deciso «per collaborare alla cacciata del comune nemico: nazi-fascismo.» La squadra che lui comandò nella prima fase (primavera 1944) fu chiamata con il suo primo nome di battaglia , “Civetta” . Nell’estate 1944 divenne il comandante “Bene”, il medico della Brigata Garibaldi “Antonio Gramsci” (Feltre) presso il comando di Pieténa sulle Vette Feltrine . In autunno 1944 fu arrestato dai nazifascisti. Dopo lunghe torture lo deportarono nel campo di transito di Bolzano dove fu detenuto fino al maggio 1945. 145458392055311751004

 

In liberia il morto da feltre puoi trovare:

– una copia autografa di “Sto cuor fatto cussi”, poesie dialettali, edizioni Panfilo Castaldi, 1948.                                                                                                            1454426428716-624619173

– Vite a finestra aperta, edizioni Castaldi, 1976

  • Armati e disarmati nella Resistenza per la Libertà,  Nuovi Sentieri Editore, 1975

– La Marioneta. Poesie, Edizioni Castaldi, 1951 (momentaneamente esaurito)

– Ascolti questo cuore, Edizioni Minerva medica, 1955. Un’edizione autografa con sovraccoperta e una priva di sovraccoperta.

145442752253711751004

 

Lascia un commento

Archiviato in Autografi, Poesia, storia locale